A Prima Puntata: Le Curiose Creazioni di Christine McConnell

Oggi girando per Netflix mi imbatto in uno show culinario, come tanti su Netflix. Vedo sta bella ragazzuola tenere in mano due biscottini macabri, che faccio guardo?

Ecco che comincia la mia prima puntata di “Le Curiose Creazioni di Christine McConnell“.


2454D3C100000578-0-image-m-12_1419960921826Diciamo la verità, la motivazione per la quale la mia tv sta riproducendo questo show è solo per la presentatrice. Questa Christine mi sembra una deliziosa cuoca pin-up moderna ma d’altri tempi, non so se mi spiego. Una signora/signorina, non lo so, che potrebbe portare avanti il programma da sola e far sbavare i telespettatori senza bisogno di dover cucinare qualcosa di dolce. Passa qualche minuto e cosa mi trovo davanti? Si la Christine ma circondata da pupazzi. Dove siamo? All’Albero Azzurro?

 

″Tutto lo show è incentrato su di lei e sui suoi pupazzosi animali domestici„

Non so, la cosa mi intrattiene ma non mi fa impazzire. Sono consapevole del target infantile dello show, o per lo meno un target di mamme vista la complessità di certe “opere”, ma continuo a guardare rapito. Primo progetto, come lo chiama lei, un osso da dare ai vostri “mostriciattoli”, secondo progetto una casa maledetta con occhi e fauci, terzo progetto una creatura di riso soffiato o un qualcosa di simile che si può  manipolare. Sono tutte ricette spiegate molto velocemente, lo scopo è quello di mostrarle o dare delle indicazioni di base. Tutto lo show invece è incentrato su di lei e sui suoi pupazzosi animali domestici, tra licantropi, procioni e gatti mummificati.

Le-curiose-creazioni-di-Christine-McConnell-serie-netflix.jpg

Com’è allora questa serie? Carina, siamo quasi ad Halloween ed è un bel programma a tema. Difficilmente ci metteremo a casa a fare quello che propone la nostra amica Christine ma se avete dei bambini e li mettete davanti alla TV passeranno 26 minuti di “pauroso” intrattenimento. Alla fine fa quello che deve fare.

Annunci

Acquaman, è uscito il trailer esteso

Aquaman-Poster-Italia-01

Dopo l’uscita del poster il 16 luglio e il primo trailer diffuso il 21 luglio, il 5 ottobre 2018 Warner Bros. diffonde un nuovo trailer attraverso i propri canali YouTube ufficiali.

Inaspettatamente il trailer ha una durata di 5 minuti e 18 e ci consente di dare uno sguardo più approfondito alla figura di Aquaman, alias Arthur Curry, interpretato anche in questo film da Jason Momoa, che ritorna per vestire i panni del figlio del mare. Ecco la nostra analisi!

 


Il trailer apre la scena con delle sequenze in cui sono presenti i genitori di Arthur, fino ad oggi inediti al grande pubblico. Successivamente si vede il protagonista intento a riportare in superficie un sommergibile dimostrando così la sua forza sovrumana.

″ Il trailer è riuscito sicuramente ad aumentare le aspettative degli innumerevoli fan „

Dopo i loghi della Warner Bros. e della DC, ci troviamo davanti ad un paesaggio desertico dove Arthur e Mera sono alla ricerca di alcune rovine (presumibilmente di Atlantide o di qualche civiltà collegata a quella degli Atlantidei). Raggiunto un vecchio macchinario, inserendoci una chiave cilindrica, fanno apparire un ologramma del Re di Atlantide.

Schermata 2018-10-15 alle 18.56.15

Con un cambio di scena ci ritroviamo sott’acqua per un breve assaggio della città di Atlantide, mentre il re continua a raccontare del potere racchiuso nel Tridente.

Successivamente viene mostrato quello che presumibilmente sarà il “villan” con delle sequenze d’azione contro Arthur e Mera.

Schermata 2018-10-15 alle 19.52.05

Seguono altre sequenze d’azione con animali marini e figure mitologiche originarie di Atlantide, terminando con la comparsa del logo ufficiale del e la data di distribuzione del film.

Il trailer è riuscito sicuramente ad aumentare le aspettative degli innumerevoli fan, infatti, dopo i risultati non proprio eccellenti raggiunti dal DC Extended Universe, si spera che il brand possa risollevarsi anche grazie a questo cinecomic.

Il film uscirà il 1° gennaio 2019 nelle sale cinematografiche italiane.

Nel frattempo vi invitiamo a guardare il trailer esteso.

Champions, la storia fin’ora (1/3)

MCHAM001_0Subito dopo il deragliamento di un treno avvenuto durante la battaglia con la Squadra di Demolizione, Kamala Khan, la giovane eroina pakistana conosciuta anche come Ms. Marvel, delusa della sfiducia che la gente dimostra nei loro confronti e stanca dei metodi di Sam Wilson (allora Captain America) e colleghi, decide di lasciare i Nuovissimi Vendicatori. Trascorso una settimana con l’intento di non indossare il costume, Kamala contatta Sam Alexander (Nova) e Miles Morales (Spider-Man), che si erano allontanati anche loro per gli stessi ideali, proponendogli di dare forma ad un proprio gruppo che abbia come obiettivo principale quello di aiutare la gente. I due eroi accettano e insieme a Kamala si mettono subito alla ricerca di alleati degni di tali obiettivi e accolgono tra le loro fila Amadeus “Hulk” Cho, dopo averlo aiutato con un problema in miniera, e Viv Visione, figlia di Visione, appunto. Proprio per merito di Viv, che è costantemente connessa alla rete globale, il gruppo di eroi si reca a Baltimora dove un criminale vestito da pagliaccio tiene prigionieri un gruppo di ragazzi dentro un container pronto per essere caricato su una nave, un traffico di esseri umani bello e buono. Sconfitto il criminale e liberati i ragazzi Kamala ferma Amadeus, spinto dalla morte di una ragazza ostaggio del criminale, prima che potesse uccidere il pagliaccio. Approfittando della stampa presente nel luogo, Kamala lancia una vera e propria campagna al reclutamento per altri giovani eroi che vogliono imbracciare l’ideale di aiutare i popoli. Il messaggio si diffonde sui social network e il tag # Champions diventa subito virale.

MCHAM002_0Qualche giorno dopo Ms. Marvel porta il gruppo in campeggio nei boschi, ottimo modo per legare tra i membri. Ognuno di loro mostra i propri poteri e le proprie capacità all’altro. Amadeus Cho, il fichissimo Hulk, si dimostra il più compiaciuto e quando Kamala gli chiede quanto alto può saltare compie un salto enorme scomparendo nel cielo. Nel frattempo i giovani continuano a parlare tra di loro ignari che Ciclope (l’originale, portato nel presente dal passato da Bestia nella testata “I Nuovissimi X-MEN”) li sta spiando da dietro gli alberi. Nova chiede a Viv di raccontargli del suo primo bacio, il giovane sintezoide dice di non aver mai baciato nessuno ammettendo di essere incuriosita da quali siano gli effetti biochimici. Improvvisamente Hulk atterra dal salto e Ciclope esce allo scoperto. I giovani eroi presi dal panico lo attaccano ma viene chiarito l’equivoco e Ciclope propone la sua domanda di unirsi al team. Kamala e gli altri accettano la sua candidatura davanti ad un tranquillo falò. Ma qualcosa non va, Kamala nota l’assenza di Viv. I ragazzi si mobilitano e cominciano a cercarla. Dopo un po’ trovano Viv tra la braccia di Hulk che si baciano appassionatamente.

MCHAM003_0La sintezoide incuriosita dal fare questa esperienza, non rimane entusiasmata dalla cosa aggiungendo che condurrà altre prove con diversi Champions per approfondire l’argomento. Ma poco dopo la stessa Viv parla a Kamala della notizia che a Sharzhad, nell’Asia meridionale, i fondamentalisti stanno calpestando i diritti delle donne usando la violenza per impedire alle ragazze di andare a scuola. Ms. Marvel convince il gruppo a intervenire e Hulk utilizza il suo jet per raggiungere il paese asiatico. Durante il viaggio prende vita una discussione tra Kamala e Amadeus su chi debba fare il leader del team. Arrivati a Sharzhad, i Champions intervengono in difesa di giovani musulmane oppresse da uomini armati. Il gruppo vorrebbero portare le ragazze in un posto sicuro ma una di loro, Amal, non ci stà dicendo che non vogliono fuggire e non vogliono l’aiuto altrui altrimenti tutti penseranno che siano stati gli Americani a risolvere la situazione al posto loro. Insieme trovano una soluzione. Mentre le ragazze organizzano una dimostrazione di protesta, i Campioni scavano un tunnel sotto la strada facendo crollare il terreno e tutto il convoglio di uomini armati. Così facendo Amal e le ragazze, con l’aiuto dei nostri eroi, sconfiggono i fondamentalisti e riconquistano la loro libertà.
Durante il viaggio di ritorno, proprio mentre Viv esprime il pensiero che il leader dovrebbe essere Ciclope, il velivolo dei Campioni viene colpito e abbattuto da un missile.

MCHAM004_0Un’ala viene completamente distrutta e la fusoliera si trova in pessime condizioni. Nova, in grado di volare, esce per riparare l’ala, mentre Viv usa i suoi raggi per tentare di saldarla. Ciclope prende il posto di Amadeus alla guida riuscendo a compiere un atterraggio d’emergenza nel mezzo dell’oceano atlantico. L’impatto provoca gravi danni all’elmetto di Nova, mettendolo fuori uso, e Viv cerca di ripararlo nonostante la tecnologia avanzata dietro al casco. Hulk si tuffa in acqua e attaccato alla navetta tramite le ragnatele di Spider-Man inizia a nuotare, mentre Ciclope usa i suoi raggi ottici come propulsore per aiutarlo. Diretti verso la costa più vicina trovata da Viv improvvisamente emerge dal mare una nave proveniente da Atlantide. Si scopre che sono stati gli atlantidei ad abbatterli per essere entrati nel loro spazio aereo e li considerano una minaccia per il popolo di Atlantide. Amadeus, elettosi leader del team, propone di combatterli ma il suo piano fallisce e qualche minuto dopo i ragazzi si ritrovano imprigionati, rinchiusi in capsule riempite di aria. Ovviamente Hulk potrebbe tranquillamente evadere rompendo la sua ma dopo l’avvertimento di uno dei soldati che lo ragguaglia che nell’eventualità che ciò succedesse le capsule dei suoi amici verrebbero allagate condannandoli a morte certa, desiste. Intanto Viv che stava ascoltando la conversazione tra alcuni atlantidei viene a sapere di una leva che serve a svuotare l’acqua dalla nave riempiendola d’aria. Nova non perde tempo e distrugge la sua capsula e quella dei suoi compagni permettendo a Viv di raggiungere la leva che una volta azzionata fa risalire la navetta in superficie. A questo punto Hulk apre uno breccia nello scafo permettendo al gruppo di uscire e tornare finalmente a casa.

MCHAM005_0Qualche giorno dopo I  Campioni si recano in California, nella Contea di Dale, per soccorrere alcune persone rimaste prigioniere in una moschea in fiamme. Lo sceriffo del paese, un conservatore di estrema destra, sembra essere il responsabile dell’incendio. Dopo il soccorso Viv, che è l’ultima a uscire dalla moschea, ritrova i resti del dispositivo usato per l’esplosione. È la prova che incastrerebbe lo sceriffo! L’ordigno viene consegnato al vice sceriffo Sims che garantisce ai ragazzi il proseguimento delle indagini. Cogliendo tutti di sorpresa però entra in scena Gwenpool (incrocio tra Gwen Stacy e Deadpool proveniente da un’imprecisato universo dove tutte le vicende Marvel sono effettivamente dei fumetti) la quale vorrebbe anch’essa entrare a far parte dei Campioni ma in realtà con le sue azioni non fa altro che complicare le indagini. Nel frattempo nel paese si segnalano atti a sfondo razziale e sessuale. Gwenpool è convinta che dietro a tutto questo ci sia qualche cospirazione ma Kamala le spiega che molto spesso sono gli uomini comuni che incitano all’odio. Sims in preda a qualche ripensamento capisce cosa fare quando lo sceriffo minaccia di far fare ai Campioni la fine di tutti gli altri. Decide di denunciarlo ad un gruppo di persone che si sono radunate davanti alla stazione di polizia.

Terminate le riprese di Avengers 4

Ieri, 13 ottobre 2018, sono terminate ufficialmente le riprese aggiuntive di Avengers 4. A condividere questa informazione sono stati direttamente i due registi Anthony e Joe Russo che, attraverso il loro profilo Twitter Russo Brothers, hanno condiviso un’immagine per celebrarne la conclusione. Adesso il film entrerà in fase di post-produzione e ci rimarrà fino alla distribuzione nei cinema che avverrà il 3 maggio 2019 (Stati Uniti).

 

 

Appositamente l’immagine è stata resa indecifrabile dalla presenza di una luce che ne nasconde il contenuto. Di cosa si tratterà? Di una potente arma che permetterà ai nostri eroi di sconfiggere il malvagio Thanos? Di un dettaglio del logo del film? È presto per dirlo ma fateci sapere la vostra lasciando un commento nella nostra pagina Facebook.

Nel frattempo attendiamo un comunicato ufficiale che riveli finalmente il titolo dell’atteso film e un primo teaser trailer che potrebbe essere rilasciato nell’arco di dicembre 2018.

Nuove foto dal set di Spider-Man: Far from Home

Dopo aver attraversato l’Europa, le riprese di Spider-Man: Far from Home, secondo capitolo della saga cinematografica dell’Uomo Ragno co-prodotto da Sony e Marvel Studios, si sono spostate a New York City.

Le foto trapelate da Oltreoceano, ci mostrano un cambio di look per il ragnetto che si presenta in una mise un po’ più dark. Il costume, che ai fan dei fumetti del nostro, ha ricordato subito l’aspetto del Superior Spider-Man (la mente del Dottor Octopus, celebre nemico di Spidey, nel corpo di Peter, n.d.a.), è di colore rosso e nero, con un grosso ragno bianco sulla schiena e il logo sul fronte leggermente differente dal precedente. Altra chicca per i fan è che finalmente i lanciaragnatele sono coperti dalle maniche, dando un effetto più fumettistico al costume.

Nelle foto possiamo vedere l’Uomo Ragno, interpretato in quest’occasione proprio da Tom Holland e non dalla sua controfigura, scendere dall’alto con una ragnatela portando in braccio Michelle Jones, il personaggio interpretato da Zendaya, che si specula essere la nuova Mary Jane Watson, storica fidanzata di Peter Parker, per l’Universo Cinematografico Marvel.

Ecco cosa ne pensiamo di Venom! [Spoiler]

venom-poster.jpg_large.jpgIl 4 ottobre 2018 è uscito nelle sale cinematografiche italiane il nuovo film targato Sony: Venom. Annunciato ancora nel 2014, dopo l’uscita di The Amazing Spider-Man 2, ma annullato successivamente all’accordo tra Marvel e Sony nel 2015, per proporre un nuovo reboot della saga, ha potuto finalmente venire alla luce con un’interpretazione di Tom Hardy.

Essendo un film stand-alone, si concentra nel raccontare le origini di Venom: dall’arrivo del simbionte sul pianeta Terra fino alla fusione e alla convivenza con il giornalista Eddie Brock.

Questo è stato sicuramente un film che si è distaccato dal classico cinecomic

ECCO LA SINOSSI:

923f38535b606d1ce2aeea1e14b140f5In seguito alla scoperta di un giro di esperimenti illegali alla Life Foundation, il giornalista Eddie Brock, si ritrova immediatamente licenziato. Decide così di irrompere di notte nei suddetti laboratori per raccogliere ulteriori prove per incriminare il proprietario Carlton Drake. È proprio durante la sua avventura notturna che viene in contatto con il simbionte alieno che lo trasformerà in Venom. Scoperto il piano di Drake (che nel frattempo si è unito ad un simbionte dando così vita a Riot) di portare sulla Terra altri simbionti, decide di affrontarlo per salvare la Terra. Venom-TrailerRaggiunto il nemico nella base di lancio alla Life Foundation, dopo uno scontro ravvicinato, riesce a sconfiggerlo distruggendo il simbionte di Riot. Eddie riesce così a riottenere il suo lavoro da giornalista, mentre in segreto salva la città con l’identità di Venom.

 

A metà dei titoli di coda è presente una scena che vede Eddie recarsi in prigione per intervistare l’assassino Cletus Kasady il quale annuncia un’imminente carneficina.

Questa scena annuncia il sequel di Venom, che vedrà come villain il malvagio Carnage, personaggio dei fumetti ed acerrimo nemico di Venom.

Alla fine dei titoli di coda è presente un trailer che annuncia l’uscita e la nascita di un nuovo universo animato di Spider-Man, in uscita il 20 dicembre 2018 nelle sale cinematografiche italiane.

Questo è stato sicuramente un film che si è distaccato dal classico cinecomic, in cui uno o più eroi combattono il nemico, perché questa volta, il vero è proprio protagonista è un personaggio che siamo sempre stati abituati a vedere come uno dei principali villain di Spider-Man.

Ho trovato leggermente lenta la narrazione durante il primo tempo, poiché solamente poco prima dell’intervallo Eddie Brock si è trasformato in Venom, mentre il secondo tempo è stato fin troppo veloce con lo scontro finale e la vittoria di Venom. Nel complesso il film non è stato così deludente come mi aspettavo, dopo aver letto i pareri della critica sul web. È sicuramente distante dai cinecomics degli Avengers di cui siamo abituati, ma come inizio non è per niente male.

Aladdin, ecco l’atteso trailer!

FB_IMG_1539359957920.jpgDopo il poster uscito il 10 Ottobre in cui vediamo la lampada del Genio, interpretato da
Will Smith, Disney rilascia anche il primo trailer dell’adattamento in live action di Aladdin.

Quasi a sorpresa ci ritroviamo per le mani un video di 1 minuto e 27 che ha lo scopo di farci venire l’acquolina in bocca in attesa del 24 Maggio 2019, data di uscita del film nelle sale cinematografiche americane. Ecco la nostra analisi!

La scena apre con un volo sulle dune del deserto e, come stato per La Bella e La Bestia, le musiche richiamano quelle originali del cartone. Quattro cammelli camminano sotto il sole mentre vengono avvicinati da un’ombra di un uccello che scopriremo essere Iago, il pappagallo amico di Jafar, mentre viene inquadrata in lontananza Agrabah.

Le Atmosfere ci sono tutte, guardandolo si torna bambini.

Dissolvenza in nero, notte, Iago vola sopra le case di Agrabah e poi transizione sull’entrata della famosa Caverna delle Meraviglie, una grotta a forma di testa di leone famosa per contenere tesori tra i quali la Lampada del Genio, un ragazzo entra (Aladdin) e subito dopo la caverna chiude le fauci bloccandolo all’interno. Inquadratura sui tesori e sul “picco” dove è appoggiata la lampada e poi ecco il titolo del film, un semplice “Disney Aladdin” molto arabeggiante su sfondo nero. Spazio all’ultima scena dove vediamo il nostro eroe porgere le mani verso la lampada e……fine! Data di uscita: 5,24,19.